Vendicatori Divisi

vendicatori-divisiI Vendicatori sono un gruppo di supereroi dei fumetti Marvel creato nel 1963 da Jack Kirby e Stan Lee, decisamente portati alla ribalta dal film del 2012. Nel corso degli anni il gruppo ha avuto differenti incarnazioni e parecchie serie collegate (Solo Avengers, Giovani Vendicatori, Vendicatori della Costa Ovest, Vendicatori dei Grandi Laghi, Nuovi Vendicatori, Potenti Vendicatori ecc.). Costoro nelle loro avventura hanno affrontato super criminali, organizzazioni criminali, gruppi di super criminali, dei e semidei, razze extraterresti, robot e altro, sono il gruppo ufficiale del governo USA, hanno legami con lo SHIELD e altre organizzazioni legate al governo.

Spesso nelle storie si vede la didascalia “Niente sarà più come prima” in genere sono solo frasi per attirare attenzione e clienti, beh Bendis (l’autore della storia) in queste storie ha effettivamente fatto qualcosa del genere per parecchio tempo. Cosa ha fatto? Ha distrutto i Vendicatori dopo 41 anni di storie. Li ha distrutti in un modo in parte drammatico, in parte subdolo e inaspettato, dall’interno.

La vicenda inizia col ritorno dalla morte di un membro di questa squadra che ha poteri energetici, il Fante di Cuori. Torna dalla morte solo per morire di nuovo in un esplosione dovuta ai suoi poteri. L’esplosione coinvolge anche il secondo Ant Man con la sua successiva morte.
 
 
 
 

 

 

 

 

Nel mentre Iron Man al palazzo delle Nazioni Unite minaccia di morte un delegato senza alcuna ragione logica. Alla base dei Vendicatori i postumi dell’esplosione sono ancora in corso sia a livello strutturale per l’edificio che viene ben danneggiato che emotivo per i membri che hanno visto la morte dei loro compagni, di cui uno doveva già essere morto.ironman

Mentre queste turbolenze sono ancora in corso sulla scena precipita una delle loro navicelle, causando ulteriori danni, con dentro uno dei loro membri, l’androide di nome Visione, che ne fuoriesce pronunciando vaghe minacce sul destino del gruppo. Dal suo corpo fuoriescono poi varie copie di uno dei maggiori nemici del gruppo il robot Ultron. Vengono sconfitti, ma poi She Hulk
(la versione femminile del gigante verde) entra in uno stato di furia cieca distruggendo la Visione e mettendosi a combattere contro i suoi compagni ferendo gravemente Wasp.

 

 

Dopo questo tra i membri del gruppo serpeggiano malcontento, sfiducia, dubbi, mentre si analizzano gli ultimi eventi. Non molto dopo alle porte della semidistrutta base dei Vendicatori si riuniscono i personaggi dei fumetti Marvel che in un momento o l’altro della loro vita hanno fatto parte della squadra, per fornire il loro aiuto in questo cupo momento (circa una trentina su oltre una cinquantina). Le cose peggiorano velocemente, il governo USA informa i Vendicatori che tutti i loro privilegi sono stati revocati e pochi istanti dopo una flotta di navicelle extraterrestri gli da contro.

Nel combattimento Occhio di Falco muore in un’esplosione, e qui voglio sottolineare la drammaticità della cosa. Occhio di Falco è un personaggio che esiste da 40 anni nel mondo dei fumetti Marvel e da circa 39 anni ha sempre più o meno fatto parte dei Vendicatori, non è un personaggio di secondo piano come potrebbero essere il Fante di Cuori o Ant Man. La sua morte è un evento di una gravità pesante per il gruppo.

Per rendere le cose ancora più agitate appare il Dottor Strange (il mago supremo del mondo dei fumetti Marvel) che rivela che la causa di tutto questa serie di avvenimenti nefasti è magica e che chi ha orchestrato il tutto non è un nemico, ma uno del loro gruppo, la maga mutanteScarlet che ha perso il suo equilibrio mentale.

La natura dei suoi poteri magici (il controllo della realtà) è troppo forte per lei, almeno per il suo equilibrio mentale e per le vicende di cui la sua vita è costellata (inizialmente creduta orfana, per poi scoprire che il padre è un anziano supereroe, per venire a conoscenza che il suo vero padre è il supercriminale mutante Magneto, sposarsi con l’androide Visione, avere dei figli che sono dei costrutti della sua magia per poi vederli scomparire, suo marito che perde la sua personalità diventato effettivamente un robot senza più sentimenti, un primo attacco di follia dovuto allo shock della perdita dei figli).

I Vendicatori la rintracciano, Scarlet allora scatena i suoi poteri contro i suoi compagni e grazie all’intervento del Dottor Strange viene messa in condizione di non nuocere. Appare Magneto, suo padre che la porta via con se scappando agli eroi.

Se la storia sino a questo punto era già cupa in finale non porta certo allegria alla saga, nella dimora dei Vendicatori ancora molto malconcia si tiene una riunione tenuta da Iron Man. Il Vendicatore corazzato annuncia che a causa degli eventi subiti ha subito un tracollo finanziario e non è più in grado di sovvenzionare i Vendicatori come ha fatto sino dalla creazione del gruppo. Alcuni dei membri decidono di lasciare il gruppo per motivi personali, il tutto porta allo scioglimento del gruppo e si rinvangano tutti i bei momenti trascorsi nel passato e si piangono i caduti.

Finisce questa storia con un finale che a mio parere è toccante forse più di tutto l’accaduto precedente. Vedere questo gruppo di eroi, il maggiore dei fumetti Marvel scindersi dopo 40 anni di storie, col finale che cita alcune tra le loro storie e coinvolgimenti personali è per me commovente, sarà perché sono sempre stati il mio gruppo preferito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *