Uomo Ragno

spider-man personaggi marvel
Personaggio creato sulle pagine di Amazing Fantasy 15 dell’Agosto 1962 da Stan Lee per i testi e da Steve Ditko per i disegni ebbe subito molto successo. Nonostante questo dovette aspettare circa un anno prima di avere una serie personale sui fumetti Marvel . Da notare che Amazing Fantasy era una rivista antologica  con vari racconti horror ed era disegnata da Steve Ditko e Jack Kirby. (E se non sapete chi è quest’ultimo forse avete sbagliato sito).

Questa rivista di fumetti della Marvel aveva cambiato più volte il nome e quello era l’ultimo numero dato che non aveva successo, così aveva deciso il presidente della Marvel di allora Martin Goodman, notare che Stan Lee era uno scrittore con funzioni di coordinatore e supervisore a quei tempi.
C’è una leggenda che narra di come Stan Lee ideò il personaggio dell’Uomo Ragno descritta nel libro di Francesco Meo sull’Uomo Ragno del 1994 dell’editrice Phoenix.

Questa leggenda è narrata da Stan Lee in persona e dice che mentre stava pensando a quale super eroe affiancare ai fumetti di  Hulk e dei Fantastici Quattro vide un ragno passeggiare sul muro ed allora gli venne l’idea di fare un personaggio che poteva camminare sui muri, senza però arrivare subito al fatidico e ormai celebre in tutto il mondo:UOMO RAGNO

hulk personaggi marvel

ciclo personaggi marvel

 

 

 

 

 

 

 

 

peter-parkerContrariamente a ciò che si pensava quel fatidico ultimo numero ebbe un successo notevole e Goodman quando seppe del risultato delle vendite di quel numero chiese a Stan Lee cosa ci fosse in quel numero e dopo aver visto quale era la causa nel 1963 a marzo usci il numero uno di Amazing (stupefacente) Spider-Man.
Il protagonista della storia era PETER PARKER, un liceale timido, occhialuto, magro e di un altezza non rilevante e introverso ma molto istruito e interessato alle scienze contrariamente ai suoi compagni che erano molto più leggeri.

Proprio per questo motivo veniva evitato dai suoi compagni e preso in giro con soprannomi tipo topo di biblioteca, secchione, ecc.
Un giorno Peter andò vedere una dimostrazione sulla radioattività, il fato volle che un ragno fosse colpito da emanazioni radioattive e anziché morire subito lo morse alla mano. Peter subito dopo il morso non era proprio nelle sue migliori condizioni fisiche e usci dal laboratorio per prendere un po d’aria nello spazio fuori e mentre attraversava distrattamente la strada una macchina stava per investirlo ed uno strano sesto senso lo avvertì del pericolo (il senso di ragno). Peter fece un salto per spostarsi di lato e il suo salto lo portò addosso al muro e si accorse di essere appiccicato al muro e provo ad arrampicarsi semplicemente appoggiando le mani sul muro e ci riusci con suo grande sbalordimento.
Notò poi di avere la forza proporzionale di un ragno e anche la sua velocità, agilità e il senso di ragno.

Peter si cuci da solo il famoso costume rosso e blu, invento i lanciaragnatele e naturalmente la sua fantastica tela che essendo uno studente in scienze ci riusci benissimo. La tela aveva una durezza e resistenza invidiabile, in parte elastica, in parte resistente al fuoco e dopo un ora la tela si disintegrava.
Infatti si relazionava la tela agli F4: se la tela fosse stata più spessa di un pollice avrebbe potuto trattenere la Cosa, era leggermente elastica, quindi aveva una similitudine con Mister Fantastic, poi la Torcia Umana per bruciarla doveva usare la sua fiamma quasi al massimo e infine dopo un ora la tela si disintegrava e spariva
come la Donna Invisibile. Negli anni Peter fece diverse cose oltre al suo lavoro come Uomo Ragno che persino abbandonò più volte.

Iniziò a scattare foto dell’Uomo Ragno nelle sue varie avventure e vendere queste foto al Daily Bugle, un giornale in cui appunto a causa di queste foto lavorerà part time e questa sarà la sua principale fonte di sostentamento nella sua vita, si laureerà poi in scienze e andrà a lavorare per un industria e si occuperà anche di queste cose nell’università dove si è laureato, prima di fare quanto sopra, cambierà giornale per cui lavorare, il Daily Globe, quando i suoi rapporti col Bugle si incrineranno anche a causa del direttore del giornale per poi tornare tempo dopo di nuovo lì a lavorare. Gli spunteranno 4 braccia in più. Collaborerà molto con i Fantastici Quattro. Entrerà a far parte dei Vendicatori in pianta stabile. La sua coscienza, verrà sopraffatta e così un criminale prenderà il possesso del suo corpo e mente. Si fidanzerà e si sposerà per poi separarsi.

Dopo aver parlato delle origini sia fumettistiche che del personaggio Marvel diamo un occhiata ai personaggi che hanno avuto a che fare col Tessiragnatele in questi 50 e più anni nel suo mondo fumettistico. continua...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *